Senza categoria

Self Confidence e bisogni umani.

Sapevi che le persone che mentono sono di solito carenti di autostima, questo accade perchè hanno bisogno di un feedback positivo dagli altri perciò tendono a raccontare sempre la versione migliore di ciò che fanno, vivono, ottengono.

Photo by Daria Shevtsova on Pexels.com

Aldilà della soddisfazione di questi bisogni e quindi della ricerca del piacere c’è anche l’evitamento del dolore, il dolore causato dal timore del giudizio degli altri.

Il primo passo da fare verso la self confidence è prendere consapevolezza che gli errori, fallimenti o insuccessi non solo fanno fanno parte di un processo di crescita ma sono essi stessi parte integrante del successo.

Nel percorso di Coaching è fondamentale scoprire ciò che mina la nostra autostima, capire anche da cosa arrivano le credenze limitanti ci può aiutare a fare chiarezza e a trovare il modo di trasformarle in qualcosa di potenziante proprio come tirare fuori il diamante da un pezzo di carbone.

Photo by cottonbro on Pexels.com

Ogni giorno oscilliamo tra la ricerca del piacere e l’evitamento del dolore, il dolore non piace a nessuno ed ognuno di noi ricerca quotidianamente il piacere attraverso la soddisfazione dei bisogni umani.

E’ per questo che una buona Sef Confidence riporta alla soddisfazione di bisogni di importanza o di sicurezza in maniera quasi autonoma, qualora questo tipo di soddisfazione fosse invece riconducibile solo a fattori esterni le cose inizierebbero a complicarsi.

Un esempio è quello di evitare di mettersi in gioco per paura di sbagliare e venire giudicati, questo atteggiamento abbastanza comune diventa un problema se la paura del giudizio è più forte della spinta motivazionale verso ciò che desideriamo e che ci sta più a cuore, la paura del giudizio quindi genera maggior tensione e ci trattiene nella nostra zona di comfort bloccandoci tra piacere e dolore e generando un forte senso di frustrazione che si ripercuote sulla nostra autostima proprio come un serpente che si morde la coda.

Photo by Polina Kovaleva on Pexels.com

Molte persone non muovono un passo se non hanno la certezza assoluta che tutto quello che faranno andrà a buon fine attendendo che le cose diventino sicure, quindi andando a soddisfare il bisogno di sicurezza eviteranno di compiere azioni che potrebbero avere successo.

Come possiamo fare dunque ad aumentare la nostra self confidence e soddisfare contemporaneamente i nostri bisogni di sicurezza ed importanza bypassando la paura del giudizio?

Il coaching e la programmazione neuro linguistica hanno lo scopo di individuare quelli che sono sia gli schemi mentali che generano conflitto o scarsa autostima e le credenze limitanti attraverso l’ascolto attento del cliente, una volta individuati si estrapolano i bisogni del cliente e si inizia a trasformare ciò che non funziona in ciò che diventa potenziante. In questo lavoro di individuazione e trasformazione si va a dare un’ordine al caos e a riscoprire quelli che sono i bisogni e i valori che guidano le azioni, pertanto azioni di successo creeranno a loro volta pensieri potenzianti innescando un processo autorigenerante.

coaching, Comunicazione, consulenza d'immagine, Senza categoria

Pussy Bow Trend

Che tu sia romantica o no, quest’anno la devi indossare almeno una volta.

Ribattezzata “Pussy Bow Blouse”, il nome è alquanto particolare, per noi è “la camicia col fiocco” poi “camicia da micia”.

Tanto amata e tanto discussa per il suo nome allusivo la camicia da allacciare al collo corre sul filo tra Bon Ton e Bohémienne, il suo secondo nome rievoca sia il sesso delle donne che i collarini indossati dalle gattine .

Se non ne avete una nell’armadio ma avete nastri colorati potete sbizzarrirvi ad infiocchettare le vostre belle camicie dando un tocco di femminilità al vostro look che in questo caso dovrebbe rimanere il più possibile minimal poiché il focus point deve rimanere il fiocco.

Cosa comunicherai indossandola: femminilità, raffinatezza e creatività.